Informatica

Tips & Tricks Mac: trasformare i PDF in immagini.

Avete un file pdf e avete la necessità di trasformarlo in immagini? Con macOS è semplice, e si può fare in due modi:

  1. sfruttando Anteprima
  2. sfruttando Automator

Vediamo come.

 

Anteprima.

Quando si fa doppio click su di un file che macOS riconosce (ad esempio immagini, documenti, ecc.) ma non è installato un programma apposito per aprirlo, ecco che interviene Anteprima. Come dice il nome stesso, permette di visualizzare il file in questione e anche di apportarci qualche modifica in caso di bisogno.

Nel nostro caso, se avete un documento in pdf e volete salvarne una o poche pagine in formato immagine, aprite il file con Anteprima, selezionate sulla colonna di sinistra la miniatura della pagina (o delle pagine) da salvare nel nuovo formato, fate click col tasto destro del mouse sulla miniatura (o Control + click) e selezionate Esporta come…

 

Si aprirà una finestra, e accanto alla voce Formato, fare click sulla casellina e scegliere il formato in cui si vuole salvare la pagina scelta. Volendo in alto si può anche cambiarne il nome (facoltativo)

 

Fatto!

 

Automator.

Se invece volete salvare tutte le pagine presenti nel pdf, ecco che viene in nostro aiuto Automator, una applicazione potente che consente di automatizzare ogni aspetto di macOS e di varie altre applicazioni. Adesso vediamo come sfruttarlo per salvare tutte le pagine del nostro pdf e di salvarle in una cartella.

Iniziamo con l’aprire Automator, e il modo più veloce è di farlo tramite Spotlight premendo Command + Barra spaziatrice, digitando “Automator” al suo interno e cliccando poi sopra il nome per aprirlo

 

Una volta aperto, dalla barra dei menu premere File -> Nuovo (o Command + N)

 

e dalla finestra che appare selezionare la voce Applicazione e fare click poi sul pulsante Scegli

 

Nella barra laterale di Automator troviamo un lungo elenco di voci che all’inizio possono disorientare. Niente problema, perché adesso scegliamo solo quelle che servono al nostro caso ignorando tutte le altre.

Nella casella di testo, accanto alla voce Variabili, digitare “Chiedi elementi del Finder” e fare doppio click sulla voce in basso che apparirà

 

Sulla parte destra verrà aggiunta la nostra scelta

 

Notate la voce “Inizia da:“, è selezionata su Scrivania (ovvero il classico Desktop). Questo significa che qualunque file pdf presente sulla Scrivania (da selezionare singolarmente) sarà convertito in toto dove sceglieremo poi noi. Volendo, potete modificare la voce e selezionare la cartella dove vorrete selezionare il o i pdf da convertire, oppure lasciare tutto così com’è.

Una volta fatto ciò, si può proseguire ritornando sulla parte sinistra e nella casella di testo, cancellare il testo precedente e scrivere “Trasforma pagine PDF in immagini” e fare come prima il doppio click sulla voce che apparirà in basso

 

La nuova selezione si aggiunge in basso a quella fatta prima, creando così un flusso di lavoro automatizzato che sta piano piano prendendo forma

 

Prestate attenzione alle voci “Formato:” e “Risoluzione:“. Entrambe si possono modificare scegliendo il formato che più vi piace (se non vi va il formato predefinito JPEG) e la relativa risoluzione, ovvero quanto possono essere nitide o meno le immagini che risulteranno dopo la conversione.

Tenete presente che più il valore è alto più le immagini saranno nitide ma anche molto grosse in termini di dimensione, al contrario un valore più basso darà immagini più leggere ma anche meno nitide.

Il mio consiglio, se volete modificare il valore predefinito di 200, è quello di provare diversi valori fino a quando non trovate quello che vi va più bene ma di non superare come valore massimo 300 e come valore minimo 72, che sono i due formati principali per stampa e Web. Infatti mettendo valori più alti o più bassi il tutto diventerebbe problematico da gestire sia per voi che per macOS o altri software che userete dopo.

Detto ciò, andiamo pure avanti e ritorniamo alla nostra casella di ricerca. Cancelliamo e digitiamo “Sposta elementi del Finder” e facciamo come sempre click

 

Anche questa selezione si aggiunge in basso a quella precedente. A questo punto dovreste aver capito in cosa consiste il lavoro di Automator…

 

Sulla voce “A:” potete scegliere se le pagine convertite saranno salvate sulla Scrivania (impostazione predefinita che sconsiglio) oppure in un’altra cartella a vostra scelta. Io, ad esempio, ho creato una nuova cartella in Documenti e l’ho chiamata Conversione. Lo so, fantasia zero, ma voi potete usare i nomi che vi pare e sopratutto dove salvare il tutto, e lo potete fare appunto scegliendo la cartella cliccando sulla casella accanto alla voce.

Fatto questo, andiamo nel menu File e facciamo click su Salva…, oppure premendo Command + S e salviamo il nostro programmino appena fatto in una cartella a scelta e dategli un nome.

 

Bene, ora che avete fatto tutto, chiudete Automator, aprite il vostro programmino appena creato, selezionate un file pdf e godetevi il risultato ??

Non è bello ciò che è bello ma che bello che bello che bello!

2 Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: