Cazzate

Prurito intimo.

Prurito vaginale, arriva un temporale.
– Meteorologo sul prurito intimo.

 

Il prurito intimo è una condizione fisica che affligge le donne della pubblicità. Fino a qualche anno fa non ci si era resi conto che questo problema fosse così diffuso, ma a quanto pare si tratta di una piaga inarrestabile visto che oggigiorno, guardando la tv, siamo bombardati da immagini di ragazze che che non ce la fanno più a grattarsi la patata.

Cenni storici.

Una ragazza finalmente uscita dal tunnel del fastidioso prurito intimo.
Per i nostri antenati preistorici il prurito intimo era un problema affrontato nel modo più semplice ed immediato: una bella grattata a soddisfazione e senza troppi complimenti.

Con l’evoluzione e la nascita della cultura, la grattata intima è diventata un atto sostanzialmente disdicevole qualora praticata in pubblico, in quanto spesso scambiata per un atto autoerotico oppure per una forma di scongiuro verso un collega di lavoro che ha la nomea di portare sfortuna.

Per molti anni le donne devono aver sopportato in silenzio l’esigenza compulsiva di doversi grattare il pube simulando indifferenza e serenità, non si spiega altrimenti come mai questa situazione sia stata segnalata in tutta la sua drammaticità solo negli ultimi anni.

Sono stati quindi inventati dei farmaci contro il prurito, nonché divulgati degli ottimi consigli per lenire il fastidio, come strofinare la vagina su una grattugia.

 

Studi scientifici.

Pubblicità Progresso contro il problema del prurito intimo.
Negli ultimi 3 anni, gli autorevoli ricercatori Infasil hanno condotto degli approfonditi studi statistici sul fenomeno, trovando una forte dipendenza tra il prurito intimo e la tendenza a non farsi il bidet.

Gli eminenti cervelli hanno inoltre appurato la presenza di una correlazione significativa tra prurito intimo e fancazzismo. Nella sostanza, sul campione oggetto di studio, tutti i fancazzisti erano soliti grattarsi le balle e le fancazziste grattarsi la passera.

Questo importante risultato apre grandi prospettive nell’ambito della ricerca medica nonchè dell’igiene personale. È ragionevole ritenere che, risolvendo il problema del prurito intimo, si possa risolvere anche quello del fancazzismo sul posto di lavoro.

Una commissione medica stava pianificando una sperimentazione sugli animali – nello specifico scimpanzè pigmei – per poi passare alla sperimentazione sull’uomo in caso di esito positivo, ma l’ex ministro Brunetta, molto sensibile alla causa dei pigmei, ha fatto forti pressioni affinché fosse saltata la fase di sperimentazione sulle scimmie arrivando direttamente ai test sui dipendenti pubblici.

 

Meteorologia.

Il prurito intimo è usato da generazioni di sciamani indiani – ma anche dai meteorologi di Studio Aperto – per prevedere il tempo dei prossimi giorni. Le regole per una corretta previsione seguono questo semplice schema:

  • prurito all’uccello: arriva il tempo bello
  • prurito al deretano: c’è forse tempo strano
  • prurito ai coglioni: saranno lampi e tuoni
  • prurito all’ano: arriva un uragano
  • prurito allo scroto: soccombi al maremoto
  • prurito alla cappella: la giornata sarà bella

 

Curiosità.

  • Le pubblicità delle creme contro il prurito intimo vengono trasmesse sempre all’ora di pranzo.
  • Pinocchio ha cambiato sesso dopo aver affrontato il problema del prurito intimo con una levigatrice.
  • Edward mani di forbici s’è giocato i genitali perché soffriva di prurito intimo.
  • Numerose donne hanno trovato la soluzione a questo fastidioso problema bevendo ripetutamente il farmaco ma rigorosamente all’aperto, così come indicato nelle istruzioni dalla scritta “per uso esterno“. Da allora girano il mondo organizzando feste con cocktail a base di tantum rosa ma sempre rigorosamente all’aperto.

Non è bello ciò che è bello ma che bello che bello che bello!

13 Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: