Pensieri

Lettera a me stesso.

E così anche quest’anno piano piano sta finendo,

molte cose sono cambiate e altre sono rimaste uguali, proprio come gli altri anni e come lo sarà anche per quelli che verranno. Speravi che questo fosse diverso? Per certi versi lo è stato, quindi hai poco da lamentarti.

L’anno prossimo sarà l’inizio di una nuova avventura, ricordi? Tuo nipote arriverà prima del previsto e dovrai essere un bravo zio visto che gli altri zii saranno un po’ assenti per forza di cose e li vedrà poco.

Hai fatto cose che non avresti mai pensato di fare, e altre invece che avresti voluto fare e che invece non hai fatto, a volte per pigrizia e altre volte per pura sfortuna.

Hai conosciuto persone che ritornando indietro le conosceresti ancora di nuovo e altre invece che avresti preferito non conoscere mai, ma si sa, nel conto presentato c’è anche questa voce da tenere in considerazione. E non esistono sconti.

Impara a dire qualche no in più che male non ti fa, non puoi risolvere i problemi di chiunque. Sopratutto, impara a riconoscere il tuo vero valore che ancora non ci siamo su quel punto. Sei bravo e lo sai, ma ti sminuisci un po’ troppo per i miei gusti.

E dopo aver pensato sempre agli altri, fatti un favore: pensa a te stesso per una volta. Ci sarà lo stesso il tempo per ogni cosa, ma cambia qualche priorità. Nessuno se la prenderà a male, e se ci sarà qualcuno che lo farà pazienza. Come ti ho già detto non si può andare bene sempre a tutti.

Mangia meno dolci. Lo so che è difficile ma devi farlo. Più in là mi ringrazierai per avertelo imposto.

Infine, sappiamo entrambi che i cosiddetti “propositi di fine anno” sono sempre state per te solo delle sonore cretinate dette così tanto per dire qualcosa, e che non solo non saranno mai rispettate ma nemmeno fatte, ma se proprio devi fare qualcosa, allora non indurirti e sii meno drastico in alcune cose. Non sei perfetto e mai lo sarai.

E per favore: se qualcuno dovesse offrirti il suo affetto o il suo amore, prendilo tutto come viene.

Ma del resto… è quello che hai sempre fatto, a dispetto delle parole.

 

Noi ci rivedremo a fine 2018, nel frattempo abbi cura di te.

Non è bello ciò che è bello ma che bello che bello che bello!

20 Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: