• Cazzate

    Mosè – terza parte.

    I dieci comandamenti.

    Un giorno, mentre Mosè si stava tagliando i capelli dal barbiere, Dio lo mandò a chiamare:

    • Mosè! Corri subito in cima al monte Snai! Devo darti una cosa!
    • Ma il monte Snai è alto 4567 metri! Non possiamo vederci a piazza San Babila?
    • No! Ho detto il monte Snai. Ci vediamo lì stasera alle 9 e mezza. E porta un’amica” (Esodo 20,2-18)

    E Mosè, che non aveva amiche, si presentò sulla cima del monte con Giosuè, che non usciva da un anno a questa parte e che aveva pregato Mosè di portarlo con lui.

    Dopo aver folgorato Giosuè, Dio disse:

    • Mosè! Prendi queste tavole di pietra pesanti 5 chili ciascuna. Sopra ci sono scritti i comandamenti da rispettare. Basta fare di testa vostra, d’ora in poi chi sbaglia paga!
    • Ma Signore, non Vi sembra di esagerare? Dopotutto son ragazzi, possono sbagliare!
    • Uhmm… hai ragione, sono stato troppo severo. D’ora in poi se sbaglieranno darò la colpa solo a te.

    E dette queste parole sbatté le tavole di pietra ai piedi di Mosè che intanto stava tentando di sputarsi in faccia da solo.

    Egli era l’eletto.

  • Cazzate

    Mosè – seconda parte.

    Mosè va a liberare gli ebrei.

    Mosè, sceso dal monte, incontrò lungo la strada i suoi familiari. Ad essi mostrò alcuni gadget che Dio gli aveva donato (come il mantello dell’invisibilità e l’ultimo iPhone). Il mattino dopo si recò dal sovrano, proclamando il volere del Signore. Il faraone per tutta risposta ordinò di aumentare le ore di lavoro del popolo ebraico. E i sindacati zitti. Il popolo ebraico per tutta risposta bastonò Mosè per due settimane di fila senza fermarsi nemmeno per andare in bagno. Egli rimaneva comunque l’eletto.

  • Cazzate

    Mosè – prima parte.

    L’anno prossimo vado in montagna!
    – Mosè nel deserto durante l’Esodo.

    Usa la Forza, Mosè!
    – Dio suggerisce a Mosè come dividere le acque.

     

    Mosè cerca di dividere il Mar Rosso. A casa si è esercitato tantissimo con l’acqua della vasca.
    Francesco Mosè (lat. Moyses, francese Mosè, ebraico Mosè, napoletano ò Mosè, milanese Il Mosè, veneziano M.O.S.E.) è un epico personaggio della Bibbia al pari di Abramo, Noè, Achille e Flash Gordon.